Unione Degli Avvocati d'Italia

Sezione di Barletta

 
   
martedì 16 luglio 2019 - ore 14:14
Movimenti transfrontalieri di denaro contante
giovedì 19 febbraio 2009 - Pubblicazione a cura di Roberto Cerasaro

Ogni somma superiore a € 10.000,00 (in contanti o mezzi non tracciabili equivalenti) trasportata da o verso l’estero da persone fisiche deve essere dichiarata all’Agenzia delle Dogane. La norma ha decorrenza 1.01.2009.

Le misure previste sono dirette a contrastare l’introduzione dei proventi di attività illecite nel sistema economico e finanziario, a protezione dello sviluppo armonioso, equilibrato e sostenibile delle attività economiche e del corretto funzionamento del mercato interno, nonchè a coordinare la disciplina recata dal regolamento (CE) n. 1889/2005 con la normativa di cui al D. Lgs 21.11.2007, n. 231, al fine di istituire un adeguato sistema di sorveglianza sui movimenti transfrontalieri di denaro contante.

Tali misure sono dirette a individuare, attraverso l’obbligo della dichiarazione, movimenti di denaro contante in entrata nella Comunità Europea o in uscita da essa e sono inoltre estese ai movimenti di denaro contante tra l’Italia e gli altri Paesi comunitari.
 
A cura dell’Avv. Roberto Cerasaro